La Lombardia ha vinto la Coppa delle Regioni di Endurance

Numeri da record per la Coppa delle Regioni di Endurance, gara organizzata dall’Associazione Dilettantistica Valtiberina ad Anghiari e vinta dalla Lombardia..

Coppa delle Regioni di Endurance: Titolo alla Lombardia!

La Lombardia si è aggiudicata la Coppa delle Regioni di Endurance 2014, importante competizione che si è disputata ieri ad Anghiari con partenza ed arrivo al Castello di Sorci. La gara organizzata all’Associazione Dilettantistica Equestre Valtiberina con il patrocinio del CONI, della Federazione Italiana Sport Equestri, della Regione Toscana, della Provincia di Arezzo e del Comune di Anghiari ha fatto registrare un successo al di sopra delle attese e ha regalato uno spettacolo di grande livello. Per il numero di partecipanti (225 cavalli e 17 regioni rappresentate), per la bellezza del percorso e dei luoghi toccati, per la perfetta organizzazione e per il valore tecnico dei binomi. Una festa di sport, un modo per fare conoscere anche ai non esperti una disciplina appassionante e divertente, una giornata che ha permesso di esaltare l’eleganza e la forza di cavalli provenienti da tutta Italia. Mai infatti prima di questa occasione si erano visti così tanti esemplari partecipare alla stessa competizione.

 

Coppa delle Regioni Endurance Lombardia

 

Coppa delle Regioni di Endurance: Risultati e resoconto

La Coppa delle Regioni 2014 ha visto ai nastri di partenza i migliori binomi di tutte le regioni ed è stata sfida decisiva per assegnare il titolo alla squadra regina. A vincerlo è stata la Lombardia diretta dallo Chef d’Equipe Carletto Bertoni che ha conquistato il miglior punteggio complessivo al termine delle tre prove disputate (97 punti). Secondo gradino del podio per l’Abruzzo (94 punti), terzo per la Toscana padrona di casa (87). La Lombardia ha vinto la categoria debuttanti (prova di regolarità con 1 giro nell’anello di 30 km), si è piazzata al 2° posto nella categoria CEN B (prova di velocità con 3 giri sul circuito da 30 km), è giunta 5° nella categoria CEN A (prova di regolarità con 2 giri e 60 km totali) ed ha quindi prevalso grazie ad una maggiore continuità di rendimento rispetto alle altre contendenti.

Doveroso ricordare che l’Abruzzo e la Toscana avevano ottenuto i migliori punteggi parziali rispettivamente nella competizione da 60 e in quella da 90 km. Consegnati anche premi individuali ai più bravi di ogni categoria: il toscano Elio Guidi su Kadeau ha vinto la gara più lunga, il sardo Luca Mura su Faurazzu ha primeggiato nella distanza intermedia, l’umbro Marco Raichini su Gerondina si è aggiudicato la competizione riservata ai debuttanti (30 km). Tutti i risultati nel sito www.enduranceonline.it al link http://www.enduranceonline.it/live/live.php. L’organizzazione ha tra l’altro consegnato a Alessandro Barelli una targa ricordo in memoria del padre Primetto, storico proprietario del Castello di Sorci che è recentemente venuto a mancare.

 

Coppa delle Regioni Endurance 2014 podio

 

Coppa delle Regioni di Endurance: Le interviste

Carletto Bertoni (Chef d’Equipe Lombardia). “Siamo partiti un po’ in sofferenza, ma poi abbiamo recuperato e siamo riusciti a primeggiare rispetto alle altre contendenti. Merito di un gruppo compatto e affiatato che ha nel complesso disputato una gara di alto livello. E’ una vittoria che ci rende molto felici perché è maturata al termine di una giornata resa straordinaria dai 225 partenti e dalle 17 regioni rappresentate. Grazie anche agli amici di Anghiari che sono stati come sempre molto bravi ad organizzare la manifestazione. Tra l’altro devo dire che questa zona ci porta bene. Due volte abbiamo gareggiato ad Anghiari e due volte abbiamo vinto. Mi auguro di tornarci presto anche perché come dice il proverbio non c’è due senza tre”.

Antonio Vaccarecci (presidente Associazione Dilettantistica Equestre Valtiberina). “E’ stata sotto tutti i punti di vista un’edizione straordinaria. Siamo orgogliosi e soddisfatti perché tutto è filato nella maniera migliore e perché abbiamo assistito ad una splendida gara. Mai in Italia era stata organizzata una competizione con 225 cavalli e questo è motivo di vanto per Anghiari e per la nostra associazione. Non è stato semplice preparare un evento di tale portata, ma i nostri sacrifici sono stati pienamente ripagati. Ringrazio i soci Corrado Tiberi e Alberto Tarducci, ma anche i veterinari, i giudici, i concorrenti, il Castello di Sorci e tutti coloro che hanno collaborato e che ci hanno permesso di dar vita ad una giornata che resterà per sempre nel cuore di tutti noi. Organizzare altre manifestazioni così in futuro? Se la Federazione Italiana ci darà di nuovo l’incarico e se le amministrazioni e gli enti locali ci appoggeranno sicuramente si”.